• Chanel: Cruise 2014/2015

    E’ Dubai ad ispirare Chanel in questa stagione, la nuova linea è dal sapore fortemente arabo, senza perdere il classico lusso, l’eleganza e la raffinatezza propri di Chanel. I capelli sono vaporosi, impreziositi da diademi o fermagli, il trucco è forte sugli occhi, tipico delle donne orientali, i classici tailleur rivisti e presentati come fossero pezzi di un mosaico. Ma non finisce qui, a contrapporsi alla delicatezza degli abiti dalle linee morbide e sensuali, dai tessuti che sembrano accarezzare il corpo, troviamo vistosi gioielli, accessori e scarpe. Trasparenze, giochi di colori e lustrini, è questo il mondo magico in cui Karl Lagerfeld ha calato Dubai. Quando avevo sentito solo il…

  • Che mi metto?

    Sembra, sottolineo sembra, che le temperature si siano alzate, che il sole sia lì in cielo ben fisso, eppure questo non è rincuorante, perchè da un giorno all’altro bisogna passare da ‘piumini’ a ‘toppini’. La regola è una: vestitevi a cipolla! E intendo dire a strati, non fraintendetemi, perchè non si sa quando e se un venticello un po’ più freschetto vi colpirà.  “Che mi metto?” frase ricorrente nel vocabolario femminile, ma ultimamente il dramma è diventato ancor più serio, in quanto le temperature fanno i capricci, e noi ne risentiamo sia nell’outfit che fisicamente. A me sta capitando di sentirmi molto fiacca e spoetizzata, per esempio, come contrastare tutto…

  • Lady Gaga: The artRAVE Outfits

    La prima cosa che voglio dire su Lady Gaga è che ciò che vediamo non è lei, ma un personaggio, e lo dico rifacendomi ad un discorsetto che lei stessa fece nel 2011 agli Mtv Music Award, dicendo: “I’m not real, I’m theatre”. Detto ciò non c’è da sconvolgersi per le pazzie che ci propina, è una boccata d’aria fresca! Mentre tutte le sue colleghe si preoccupano di apparire sexy, precise, femminili, lei si preoccupa di sorprendere, sconvolgere, divertire, e sto parlando solo del look. Nel suo quarto tour mondiale di certo non si è smentita, e i suoi outfits sono qualcosa di mai visto, studiati nei minimi dettagli, curati…

  • Met Gala 2014

    E’ da mezzanotte (le 18 in America) che non si parla d’altro, sarà per la portata delle celebrità che calcheranno uno dei red carpet più ambiti, sarà colpa dei media, sarà l’esclusività della serata a far gola, certo è che il Met Gala è l’equivalente modaiolo degli Oscar: Imperdibile! Quest’anno la mostra è dedicata al grande Couturier americano Charles James. Ad essere omaggiati sono il suo genio, la sua moda ricca e sofisticata, elegante e seducente, e in particolare proprio i suoi ball gown scultorei, teatrali. La mostra prende il nome di Charles James, Beyond Fashion, che, aperta oggi al Costume Institute del Metropolitan Museum di New York, durerà fino…

  • 90s Fashion

    Nella moda nulla si distrugge, tutto si crea, trasforma… rispolvera! Tra le recenti spolverate ci sono gli emblematici anni Novanta. Anni che ho amato, seppur la mia adolescenza si sia svolta nei Duemila inoltrati, il mio cuore e la mia testa erano lì..il pop con Britney Spears, le Spice Girls, i Backstreet Boys, il teen–drama Beverly Hills 90210 (AMORE PURO!), Melrose Place, i cult telefilmici come Sex and the City, Ally McBeal, e poi ancora Eminem, Titanic, e potrei andare avanti tutto il giorno ma rischierei di allontanarmi troppo dal punto focale del post..la moda di quegli anni! Moda difficile ed estroversa, azzardata ed eccentrica, in quegli anni sbagliare era…

  • Self-Confidence

    Mi sono assentata per un po’, è vero, ma ogni tanto è importante raccogliere i propri pensieri, fare il punto della situazione per poter poi ripartire meglio di prima. Oggi voglio parlarvi di Autostima, un tema molto delicato che riguarda uomini e donne, un tema importante nella moda, e che la moda stessa ha il potere di aumentare o abbassare. Il primo passo da fare è quello di accettarsi, guardarsi allo specchio e ripetersi con convinzione che andiamo bene così, che siamo speciali così, che siamo quel delicato riflesso di fronte a noi. Partendo da questo possiamo migliorarci, renderci conto di quelle cose che forse vorremmo diverse, e andare oltre…