Senza categoria

Grammy Awards 2014

Siamo arrivati alla 56° edizione dei Grammy, che nel corso degli anni ha visto e premiato artisti come i Queen, Elvis Presley, i Pink Floyd. E’ il riconoscimento più importante nell’industria della musica, gli artisti vengono nominati e premiati da una giuria di esperti.

Ma cos’è davvero la cerimonia dei Grammy? E’ un momento magico, dove stili diversi, generazioni diverse, si incontrano, tutti lì per una sera, tutto concentrato, e non può che venirne fuori uno spettacolo fantastico (e lunghissimo!).
Come ho già fatto per altre cerimonie ed eventi vari, volevo proporvi una classifica di quelli che secondo me sono stati i look migliori, facendo però un sunto tra gli outfit pre-grammy, e quindi gli outfit scelti dalle celebrità per partecipare alla festa che precede la grande serata, e gli outfit del red carpet.

Ecco qui i migliori 10 outfits:

Tutti a “criticare” il suo non essere donna, ma se così non fosse io non capirei di chi stiamo parlando, perchè lei rappresenta la grinta, l’energia, la freschezza, perchè lei è P!nk e non deve essere femminile. Sembra che il tempo non passi mai, muscolosa e sorridente nel suo red dress.

Eterea, sexy, bellissima nella sua cascata di fiori bianchi, Beyonce. E’ così bella che mi vengono a mancare le parole per dire altro, so solo che ucciderei per quel vestito!

Una musicale Katy Perry abbracciata a suo fratello sul red carpet, bellissima e solare come sempre, il suo abito è un tributo alla musica, ma ahimè non le ha portato vittorie.

Una metallica Taylor Swift sul red carpet. Uno si aspetta stivaloni, camicia di flanella per lo stile Country, ma lei no, si trasforma sempre da evento in evento, ed è sempre impeccabile.

Ricordate il video “Me against the music” di Britney Spears?! Sembra che Madonna sia andata a rispolverare quello stile per la sua grande entrata, certo entra di corsa nella top 10 perchè il completo non delude mai. Ad ogni modo io metterei una firma per arrivare alla sua età con questo fisico!

Fresco, naturale, chic e soft, non avreste mai associato queste parole alla nuova Miley, eh? E invece eccola qui, quasi acqua e sapone, con uno stile fantastico, la pelliccia è CK, che lei ha pubblicamente ringraziato perchè si è sentita un orsacchiotto (ma cosa!?). Mi ha impressionato davvero.

Non conosco gli stylist di Rita Ora, ma semmai dovesse leggere questo post le consiglierei di licenziarli. Un misto tra sirenetta e trota, eppure lei è così carina, ma questo vestito merita di essere commentato solo per denunciarne l’esistenza.

Potrà essere anche stupida, così dicono, ma in quanto gusti lasciate perdere, Paris Hilton ha la moda nel sangue, e molti soldi in tasca. Il suo lungo vestito bianco lascia sognare ed anche intravedere un bel po’ di carne, senza cadere però nel volgare. Bellissima anche l’acconciatura.

Non ho ben capito il vestito di J.Lo, ma una cosa l’ho capita, voleva dimostrare che anche se gli anni passano, il suo stacco di coscia è sempre mozzafiato, neanche la cipollina in testa riesce a smorzare la sua bellezza.

Alicia Keys sempre formosa e sorridente ha scelto un abito dal colore giusto, e dal taglio perfetto per il suo fisico.

Molti fan ieri sono rimasti delusi dall’andazzo generale della serata, perchè i nomi si sono un po’ ripetuti nelle premiazioni, andando ad accontentare una limitata fetta di pubblico.

Ecco l’elenco dei premi più importanti:
Album of the Year: Daft Punk – “Random access memories”
Record of the Year: Daft Punk – “Get lucky”
Song of the Year: Lorde – “Royals”
Best New Artist: Macklemore & Ryan Lewis 
Best Country Album: Kacey Musgraves – “Same trailer different park”
Best Pop Vocal Album: Bruno Mars – “Unorthodox Jukebox”
Best Rap/Sung Collaboration: Jay Z e Justin Timberlake – “Holy grail”
Best Pop Solo Performance: Lorde – “Royals”
Best Rock Song: Paul McCartney, Dave Grohl, Krist Novoselic e Pat Smear – “Cut me some slack”
Best Rock Album: Led Zeppelin – “Celebration”
Best Pop Duo / Group Performance: Daft Punk – “Get lucky”
Producer of the Year: Pharrell Williams
Best Alternative Album: Vampire Weekend – “Modern vampires of the city”
Best Metal Performance: Black Sabbath – “God is dead”
Best R&B Album: Alicia Keys – “Girl on fire”
Best Urban Contemporary: Rihanna – “Unapologetic”
Best R’n’B Song: Justin Timberlake – “Pusher love girl”
Best Rap Album: Macklemore & Ryan Lewis – “The heist”
Best Rap Performance: Macklemore & Ryan Lewis – “Thrift shop”
Best Rap Song: Macklemore & Ryan Lewis – “Thrift shop”
Best Reggae Album: Ziggy Marley – “Ziggy Marley In Concert”
Best Traditional Pop Vocal Album: Michael Bublé – “To be loved”
Best World Music Album: Gipsy Kings – “Savor Flamenco”
Best Engineered Album: Daft Punk – “Random access memories”
Best Song Written For Visual Media – Adele e Paul Epworth – “Skyfall”
Best Compilation Soundrack – Butch Vig – “Sound City – Reel to reel”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *