Senza categoria

The World needs Hilary Duff again.

Se state leggendo questo post, avrete sicuramente una chiara idea di chi stiamo parlando, la talentuosa e bellissima Hilary Duff, la cui prima giovinezza è stata tanto piena e ricca da potersi considerare una vita intera, ma a noi fan non basta, ne vogliamo di più. 


Vi ricorderete di lei nei panni della piccola Lizzie McGuire, panni disneyani da cui è stato difficile liberarsi (un po’ come per Miley è stato difficile uscire da quelli di Hannah Montana). 

Benchè siano stati tanti i progetti a cui ha preso parte, fu con questo telefilm il salto di qualità sotto le luci della notorietà. Per la prima volta sul grande schermo non si vedevano ragazzini perfetti che avevano tutto, ma l’altro lato della medaglia, gli ‘unpopular’, e Lizzie ne era l’emblema, sempre dolce e carina, dava poi voce ai suoi pensieri più reconditi con il suo alter ego colorato, che diceva e faceva ciò che lei non aveva il coraggio di fare e dire. 

La sua bellezza così fresca, genuina e semplice la fecero amare in tutto il mondo, da qui prese il via la sua lunga carriera cinematografica per il grande e piccolo schermo, con film come “A Cinderella Story”, “According to Greta”, “The Perfect Man”, ecc. 

Hilary ha profondamente segnato gli anni più delicati della mia vita, la mia adolescenza. Gli anni delle crisi esistenziali e ormonali, dei primi amori, delle prime amicizie, delle prime delusioni, anni in cui non si fa che cercare un modello da seguire ed imitare (‘Dio quanto ero fissata!!). E mi ritengo fortunata di aver avuto lei come modello, acqua e sapone, buona, semplice, la classica brava ragazza. 

Sarà per i pochi modelli positivi che le ragazzine di oggi vestono e si comportano da donne vissute?!

La sua fama non scema mai, anche una sua comparsa in uno show televisivo porta gli ascolti alle stelle, esempi ne sono Gossip Girl, in cui per qualche puntata interpreta Olivia Burke, Aiutami Hope, Due uomini e mezzo,ecc.

Ma oltre che attrice Hilary è anche canntante, risale al 2003 il suo primo album Metamorphosisanche se a far notare la sua voce delicata fu una raccolta di canzoni di Natale, Santa Claus Lane.

A questi seguirono Hilary Duff nel 2004, Most Wanted nel 2005, 4ever Hilary Duff  nel 2006, solo per il mercato italiano, una raccolta dei suoi singoli più venduti, Dignity nel 2007, ed infine il quinto album nel 2008 Best of Hilary Duff. 

Sono passati sei lunghi anni, intanto ha continuato col cinema, ha cambiato colore di capelli non si sa quante volte, ha scritto una trilogia di romanzi Elixir-Devoted-True, si è sposata con il giocatore di hockey Mike Comrie, ha avuto un figlio bellissimo, Luca, ha divorziato pur rimanendo con Mike in buoni rapporti, così sembra, per amore del figlio. E noi? Abbiamo sentito un silenzio assordante, abituati ad avere un cd ogni anno (anche questo era esagerato!) siamo passati al nulla.

 Ma ora l’attesa è quasi finita, e si spera che sarà ripagata, perchè la Duff sta lavorando al nuovo album, e tra due giorni (DUE GIORNI!) verrà lanciato il singolo a NYC. Non è mai stata la star da scoop, eventi, eppure il mondo l’ha sempre amata, seguita, ed ora è in sua trepidante attesa… siete pronti a rivedere quel dolce e smagliante sorriso che la contraddistingue?! Pronte ai suoi occhioni da cerbiatta e alla sua voce?! 

Io si, non aspetto altro da sei anni… 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *