#bodypositive

Sulla scia un po’ femminista del mio precedente post, oggi voglio parlarvi di un’altra cosa che riguarda noi donne da vicino: il nostro corpo. O forse dovrei dire la concezione conscia e inconscia che abbiamo di esso.

Sin da piccole veniamo bombardate da stereotipi di Barbie, donne magrissime sulle riviste, e se da un lato esiste chi se ne lamenta e fa di tutto per combattere questa violenza psicologica, dall’altro c’è chi predica bene e razzola male. Mi spiego, molte ragazze e ragazzine oggi si professano contro questi stereotipi irraggiungibili, poi però appena vedono una star con qualche kg in più sono le prime ad attaccarla. Un esempio recente lo abbiamo con la giovanissima attrice di Pretty Little Liars ,Sasha Pieterse.
L’abbiamo vista esile nelle prime stagioni della fortunata serie, ed andava tutto bene, perché per quanto non piacciano era perfettamente conforme agli stereotipi, oggi l’attrice si presenta più in carne, e da Instagram a Twitter sono impazzate le offese, tant’è che più volte l’attrice stessa si è trovata a dover dare spiegazioni sul suo peso.

victoriassecretwhatissexy5txs1ufkl38l

pll, moda, body say

Cosa ci vedete di sbagliato nella seconda foto? Io assolutamente nulla.
Essere in forma significa star bene con sé stessi, non avere problemi di salute, essere in forma non è un concetto imprescindibile ed universale, per me significa essere tonica ed avere delle curve generose, magari per qualcun altro significa essere magrissima, per altri essere curvy, e così via.
Nessun eccesso, in un senso o in un altro, è da considerarsi come modello di riferimento.

Non pretendo di far cambiare idea a chiunque leggerà questo post, ma voglio solo che capiate, una ad una, che la varietà, la diversità, sono cose positive ed interessanti, perché se fossimo tutti uguali questo mondo sarebbe di una noia mortale. Non importa se hai le gambe due metri o no, se hai gli occhi verdi o marroni, se porti una quinta di seno o una prima, sei bella perché sei tu, sei bella perché hai i tuoi punti di forza.
Guardati allo specchio, cercali, trovali e valorizzali. Non stringerti in un leggings solo perché è quello che va di moda, non mostrare il ventre piatto solo perché è quello che si aspetta  la tendenza, non fissarti sulle cose che non ti piacciono, perché ti fai solo del male. E nel momento in cui troverete qualcosa che non vi piace, provate a cambiarlo, e se non si può modificare allora amatelo per quello che è, proprio come fareste con il vostro ragazzo distratto che lascia la tavoletta del bagno sempre alzata o come fa la vostra ragazza che facendo il caffè macchia tutto.
Non so perché amare i difetti altrui risulti essere più semplice che amare i propri, ma in quest’ultimo anno ho capito una cosa, se vogliamo davvero amare e lasciarci amare, dobbiamo partire da noi stessi. 

#bodypositive

5 thoughts on “#bodypositive”

  1. Con il post precedente avevo deciso che avrei iniziato a seguirti con costanza, con quello di oggi mi sono totalmente innamorata di come scrivi e di quello che dici! Davvero brava oltre che bella ^^

  2. Ciao Ilaria! Volevo innanzitutto farti i complimenti per il tuo splendido blog, ti seguo da poco ma ho letto quasi tutti i tuoi post e li trovo davvero molto interessanti! Avrei una domanda da farti visto che sicuramente ne capisci più di me! Devo andare al compleanno del mio ex ragazzo e vorrei farlo “schiattare” per quello che ha lasciato ahahah lo so sono patetica ma ogni tanto è bello prendersi queste piccole soddisfazioni! Cosa mi consigli per essere provocante ma non volgare?? Grazie e continua così!!

    1. Ciao Paola, grazie mille sei molto gentile! Io non ti trovo assolutamente patetica, credo sia nell’indole di noi donne piuttosto voler marcare il territorio e sottolineare “questa è una delle cose che ti sei perso”! Non so che stile usi in genere, o che fisicità tu abbia (magari se mi segui su qualche social sarò lieta di aiutarti in modo più specifico), in linea generale bisogna valorizzare i propri punti forti, ad esempio se hai i capelli lunghi raccoglili da un lato,così da scoprire il collo, osa con una scollatura se madre natura è stata generosa e se non lo è stata scegli uno scollo a V profondo e non usare il reggiseno. O ancora potresti mettere una minigonna a pieghe o a tubino con delle parigine o con quelle calze su sui sono disegnate le parigine. Immancabile il rossetto rosso che sta bene a tutte ed è simbolo di sensualità! xoxo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *