Cinema,  Moda

Bellezze naturali.

Nell’era social, i famosi complessi delle donne non hanno fatto che aumentare, e con essi i commenti degli uomini.

È capitato di avere troppe smagliature, troppa cellulite, qualche kg in più, e poi ancora i peli, i capelli o troppo lunghi o troppo corti. Mentirei se vi dicessi di non essermi ritrovata in qualche complesso del genere, di non aver sofferto quando nell’oscillare da una 46 a una 42 ho visto comparire quei segni bianchi su tutto il corpo, ancora più evidenti in estate per via della pelle che si scurisce. Non è bastato un giorno per convincermi che sono elementi normali e naturali, che in un modo o nell’altro fanno parte della nostra bellezza, ma ce l’ho fatta ad accettarlo. Se vogliamo chiamare questi “difetti fisici”, dovremmo anche ricordare che non esistono solo quelli, ci sono anche i pregi, e, facendo leva su questi punti forti, possiamo vedere noi stesse in primis e gli altri poi, che si può essere belle da morire, e che la bellezza non ha nulla a che vedere con la perfezione.

A sostegno di questo mio pensiero vi posto la foto di Hilary Duff, la quale, nella didascalia di un suo post Instagram, sostiene la stessa fazione, andando fiera di se stessa e invitando quelli che non sono d’accordo a baciarle il fondoschiena.

View this post on Instagram

I am posting this on behalf of young girls, women, and mothers of all ages. I'm enjoying a vacation with my son after a long season of shooting and being away from him for weeks at a time over those months. Since websites and magazines love to share 'celeb flaws' – well I have them! My body has given me the greatest gift of my life: Luca, 5 years ago. I'm turning 30 in September and my body is healthy and gets me where I need to go. Ladies, lets be proud of what we've got and stop wasting precious time in the day wishing we were different, better, and unflawed. You guys (you know who you are!) already know how to ruin a good time, and now you are body shamers as well. #kissmyass 😛✌🏻

A post shared by Hilary Duff (@hilaryduff) on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *