Milan Fashion Week 2017 – Day 1

Comincia oggi la Milano Fashion Week, tante sono le tendenze presentate in passerella, ciò che notiamo dalla moda è che qualcosa la si può creare e trasformare, ma nulla si distrugge, quello che non andava ieri potrebbe essere un must del domani.

Di questa prima giornata vediamo le sfilate di Gucci, Alberta Ferretti e Fausto Puglisi.
L’arte dell’Alta Moda è un mestiere antichissimo, alla manualità di un tempo si va ad unire la tecnologia di oggi per un risultato meraviglioso e capita, di tanto in tanto, di trovarsi dinnanzi a vere opere d’arte.

GUCCI

La natura della ribellione incontra la moda di Elton John. I colori eccentrici si incastrano nelle linee pulite e nella classicità propria di Gucci. Il direttore creativo Alessandro Michele con il suo genio innovativo elabora quell’equilibrio perfetto tra il lusso e la richiesta del pubblico, confondendo l’industria della moda, ma questo è Gucci, sempre ricco e sempre diverso.

 

Dettagli strong in contrasto con le sfumature floreali.

L’Oriente incontra i tagli classici di un tailleur.

Il richiamo pop a Elton John.

L’intramontabile fantasia a quadri con tagli maschili, alleggeriti da dettagli chic.

I fiori sono i protagonisti di questa nuova stagione.

 

ALBERTA FERRETTI

Dietro le quinte della sua sfilata, Alberta Ferretti dice di voler fare un salto all’essenzialità del passato e che le sue creazioni non hanno bisogno di troppe cose questa volta. La Ferretti ha accoppiato pezzi unici con sandali in materiali semplici come la plastica o il nylon, ispirata dalle donne che ha visto in giro quest’estate. Devo ammettere che non mi ha emozionato tantissimo, l’ho trovata una sfilata un po’ piatta, ma, come ho già dett, tutto si crea e trasforma. Andrà meglio la prossima volta.

 

FAUSTO PUGLISI

Il pizzo fa da protagonista in questa sfilata, accompagnato da balze, rouges, fiocchi. I colori sono di base quelli essenziali come il bianco e il nero ma non mancano le note di colore. Ogni pezzo è un racconto romantico e deciso, poesia.

Il pizzo è il protagonista indiscusso.

Le balze dal tocco romantico smorzate dallo scollo a V sensuale.

Il rock e la contemporaneità in passerella.

Emblema di questa Settimana della Moda è il “Pronto da indossare”.

La sua insirazione è stata Carolyn Bassette Kennedy, che scrisse molto in bianco e nero.

 

 

2 thoughts on “Milan Fashion Week 2017 – Day 1”

  1. Trovo gli abiti di Puglisi un capolavoro, mai visti capi così raffinati e facilmente “indossabili”. I miei complimenti per aver evidenziato questo splendido stilista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *