Make Up

Perchè compriamo mille rossetti, ma mettiamo sempre gli stessi?

Sapevi che collezionare rossetti è una delle arti femminili più diffuse? Ebbene si, è un luogo comune confermato e riconfermato, secondo il quale avrebbe effetti benefici direttamente a livello psicologico. Il rossetto e la sua tonalità, ci aiutano ad esprimere stati d’animo e caratteristiche personali.

Esistono tanti libri sul tema, un esempio è il libro di Geralyn Lucas, Perché ho messo il rossetto il giorno della mia mastectomia: in quanto simbolo del potere femminile, indossare sfumature rosse sulle labbra, ad esempio,  dà forza. Vi ricordate da bambine quando abbracciavate il vostro pupazzo preferito? Non vi dava la carica? Ecco, il principio, semplice ed infantile, è lo stesso. Uno studio condotto dalla Harvard Medical School insieme all’Università di Chieti ha dimostrato la validità del “lipstick effect”. Le studentesse che si truccano trarrebbero un notevole beneficio mentale da tale gesto, potenziando l’autostima al punto da migliorarne le abilità cognitive e ottenere risultati più soddisfacenti. Anche se io la maggior parte degli esami l’ho affrontata senza rossetto. La motivazione è semplice, non volevo passare per quella che faceva la figa. Anzi, se all’esame andate in contro ad una professoressa, piuttosto che un professore, non truccatevi per niente, non fate scattare il tasto della gelosia nella loro mente.

Dopo questa breve digressione, dunque, non deve sorprendere troppo se la voglia di comprare rossetti nuovi non si placa mai. E se poi si indossa sempre la stessa tonalità, è perché niente rassicura meglio della nuance provata e collaudata.

E voi? Cosa ne pensate?  

6 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *