Make Up

Meglio fare prima lo scrub o la maschera?

Devo fare prima lo scrub o applicare prima la maschera? E’ nato prima l’uovo o la gallina? Per non cascare in loop infiniti, facciamo subito un po’ di chiarezza!

Si possono eliminare le cellule morte con uno scrub leggero, seguito da un accurato risciacquo.

Lo scrub consiste nell’esfoliare la pelle del corpo o del viso per liberarla dalle cellule morte e restituirle morbidezza ed elasticità. Lo scopo principale è quello di favorire il ricambio cellulare e il rinnovo dei tessuti. Sul viso vengono usati prodotti delicati e non troppo aggressivi mentre sul corpo si può ricorrere a preparati più forti.

Lo scrub viso in particolare va eseguito una o due volte a settimana, stando attenti a evitare le zone del contorno occhi e aiuta a togliere le impurità che si accumulano durante la giornata, rimuovere le cellule morte e preparare la pelle a ricevere i trattamenti successivi. Viene naturale pensare che sia meglio effettuare una leggera esfoliazione subito prima di andare a dormire, ma è proprio così? Molti dermatologi al contrario consigliano di fare un leggero scrub il mattino per puntare sulla protezione della cute e la riattivazione del microcircolo. Come scegliere quindi il momento ideale per fare uno scrub viso? Studiando la propria tipologia di pelle e a seconda del proprio stile di vita.

1. Quando fare lo scrub al mattino

Gli esperti concordano nell’affermare che la mattina è il momento ideale per proteggere la pelle, mentre la sera si dovrebbe pensare a nutrire e correggere. Uno scrub leggero appena svegli è indicato per chi usa prodotti mirati a idratare la cute e con fattore di protezione e chi di solito si sveglia con uno colorito spento, in modo da dare luce al viso e riattivare il microcircolo. Meglio inoltre scegliere la mattina se la vostra tipologia di pelle è grassa o mista, in modo da liberare i pori che si saranno occlusi durante la notte. Lo scrub al mattino è inoltre consigliato per chi applica una base trucco leggera o la sera usa trattamenti che contengono retinolo, che potrebbe risultare troppo aggressivo su una pelle già irritata.

2. Quando fare lo scrub alla sera

La sera è il momento in cui si ha più tempo e si può dedicare qualche attenzione maggiore alla cura del viso. Per chi ha una pelle che necessità di qualche trattamento specifico fare lo scrub alla sera è ideale per permettere ai prodotti di agire meglio ed entrare in profondità. La sera è inoltre il momento migliore per eliminare le impurità e i residui di trucco, in particolare per chi la mattina usa una base più pesante con più prodotti. Un’esfoliazione leggera prima di coricarsi è consigliabile per chi ha una pelle sensibile, in modo che la cute possa restare libera dal trucco e avere il tempo per lenire i possibili arrossamenti.

Dopo aver effettuato lo step dello scrub potrete applicare la vostra maschera. In questo modo, i principi attivi penetrano più facilmente negli strati superficiali della pelle, rendendo il trattamento più efficace.

esistono maschere viso adatte per qualunque esigenza specifica della pelle e dalle formulazioni più disparate. Per adesso limitiamoci ad esaminare nello specifico quali sono le tipologie di maschere più efficaci in base ai bisogni della pelle e quali fattori tenere presente per scegliere quella che più si adatta a te.

Maschera viso idratante per una pelle tonica

Per chi aspira ad avere una pelle radiosa, tonica ed elastica la maschera viso più adatta per lo scopo è sicuramente quella idratante. Questa tipologia di maschera viso è sicuramente tra le più conosciute ed utilizzate ma al contrario di quanto comunemente si crede, la sua composizione non giova unicamente alle pelli tendenzialmente secche, ma il suo uso è consigliato (almeno ogni tanto) anche per coloro che hanno una pelle mista o grassa.

Come risaputo infatti la nostra pelle è composta in gran parte da acqua, la quale tende a diminuire a causa di molteplici fattori esogeni e non, come ad esempio gli sbalzi di temperatura, l’inquinamento dell’aria e le abitudini di vita. L’uso regolare di una buona maschera idratante aiuta a ripristinare il livello ottimale di acqua negli strati epidermici e rendere la pelle più tonica ed elastica, regalando di conseguenza un aspetto più giovane e bello al tuo incarnato. Gli ingredienti idratanti che possono essere presenti all’interno di questi tipi di trattamenti sono veramente numerosi; tra le opzioni i più conosciuti ed utilizzati comprendono ingredienti come il miele, l’aloe vera e il pantenolo.

Maschera viso nutriente per la pelle secca

Se hai la pelle secca, che appare alla vista leggermente squamata e opaca, soprattutto nella zona T che comprende naso, fronte e mento, che tende ad essere poco elastica e procurare quella fastidiosa sensazione di prurito, il trattamento che fa per te è una bella maschera nutriente. Con questo tipo di prodotto puoi dare un apporto in più alla tua pelle, facendola tornare rimpolpata, morbida e luminosa. Una vera coccola idratante per il tuo viso, sempre esposto alle intemperie di ogni genere e aggredito da smog e tossine, le maschere nutrienti costituiscono un vero e proprio salvavita in quanto sono più forti delle maschere idratanti e contengono burri e oli specifici per compensare la carenza lipidica di cui soffrono le pelli particolarmente secche.

Maschera viso purificante per la pelle grassa

Anche se l’uso di maschere idratanti è consigliato a tutti in quanto può giovare a qualunque tipologia di pelle, a volte è bene prendere in considerazione un trattamento specifico per prendersi cura al meglio del proprio viso. Per coloro che hanno una pelle con la tendenza ad ingrassarsi e con impurità ad esempio possono venire in aiuto le maschere viso purificanti.

Prima di descrivere l’azione specifica dei trattamenti di questo genere vediamo in cosa consiste e come si riconosce una pelle grassa. Innanzitutto, una delle caratteristiche principali dell’epidermide di questo genere è che essa risulta spesso lucida e oleosa a causa di un’eccessiva produzione di sebo, con pori dilatati e facilmente visibili, ed ha la tendenza a presentare frequentemente la comparsa di imperfezioni cutanee come brufoli e punti neri. In questo caso i prodotti consigliati sono quelle con funzione astringente e dermopurificante e possono avere come composizione di base estratti di tè verde, bardana, hamamelis, cetriolo; inoltre possono essere utili anche le maschere a base di argilla che, grazie alle sue proprietà, aiuta a purificare la pelle in profondità e ridurre la produzione di sebo.

Multimasking per la pelle mista

Nel caso in cui la tua pelle sia mista, non uniforme e che tende ad essere secca in alcune zone del viso e grassa nella zona T, sarebbe opportuno ricorrere al cosiddetto multimasking per soddisfare al meglio le esigenze dell’epidermide. Si tratta sostanzialmente di utilizzare maschere dagli effetti diversi per zone specifiche. In particolare, le zone acneiche richiederanno un trattamento con una maschera purificante, mentre una maschera idratante e nutriente andrà applicata sulle zone del viso più secche per ristabilire il naturale equilibrio.

Maschere viso anti-age contro le rughe

Esistono poi maschere viso con specifiche proprietà per contrastare o attenuare i segni dell’età e far apparire la pelle più giovane, distesa e rigenerata. Ma per chi è adatta questo tipo di trattamento cosmetico? È importante non lasciarsi trarre in inganno dal nome, le maschere anti-age infatti non sono pensate unicamente per coloro che sono più in là con gli anni, ma il loro uso regolare può giovare anche alle pelli più giovani che vogliono mantenere un aspetto fresco e può aiutare a prevenire la comparsa di rughe e macchie.

La formula di queste maschere, grazie a ingredienti come l’acido ialuronico e il collagene, ha un’alta concentrazione di principi ristrutturanti che contribuiscono a compensare le carenze che la cute subisce col passare del tempo. Con l’uso frequente di questo prodotto potrai ottenere dei risultati stupefacenti, inoltre dopo il trattamento sentirai immediatamente la tua pelle più rassodata e compatta.

Maschere viso esfolianti e peeling

Un’altra importante risorsa con cui puoi donare un aspetto radioso e purificato alla tua cute è attraverso un uso costante di prodotti esfolianti. Va da sé che anche per quanto riguarda l’offerta di questi prodotti oggi è possibile trovare sul mercato diverse tipologie di trattamenti. L’azione principale di queste maschere è quella di rinnovare gli strati superficiali dell’epidermide rimuovendo le impurità e la pelle morta. Solitamente sono composte da acidi esfolianti AHA a bassa concentrazione per non irritare il viso e rispettare il PH naturale della pelle. Data la natura di questi trattamenti è buona norma far seguire alla loro applicazione una generosa dose di idratazione attraverso l’uso di una buona crema viso oppure di un siero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *