• Met Gala 2018

    Come ogni anno e come una perfetta padrona di casa, Anna Wintour dà il via al Met Gala 2018, l’evento annuale più importante per la moda di New York al Metropolitan Museum of Art. Quest’anno il tema era: Moda e Religione. Sulla passerella ne abbiamo viste davvero di tutti i tipi, chi ha preso le sembianze angeliche, chi quelle demoniache,nessuno ha deluso in quanto a spettacolarità dei look. La più impressionante: Katy Perry,vestita da angelo da Donatella Versace. Le sue ali maestose ed estese hanno catturato tutti i flash. La più scontata? Rihanna: era ovvio che si sarebbe presa tutte le attenzioni; la reginetta dei look resta lei, stavolta ha indossato un minidress tempestato di diamanti…

  • Concerti: Steps to survive.

    L’estate addosso non è solo una filosofia di vita, ma è una realtà secondo la quale non importa cosa tu voglia fare, il caldo sarà più forte di te. La cosa può diventare ancora più problematica se si ha intenzione di godersi uno dei numerosissimi concerti in Italia. Quindi, che siano i Red Hot Chilli Peppers a Milano, Marilyn Manson a Roma, o J-ax e Fedez a Taormina, i consigli su cosa fare e non fare per sopravvivere al concerto vi torneranno utili. Materie prime: s’intende acqua, tanta, facciamo anche tantissima se avete intenzione di fare ore ed ore di fila, ma il consiglio è quello di dare un sorsetto…

  • Cyrus&Gabbana

    Che i Social Network abbiano stravolto le modalità di comunicazione di massa è scontato, ormai sono ingranaggi così insiti nel nostro quotidiano da non renderci neanche più conto quanto della nostra vita dipenda da essi. E se pensate che ad esserne completamente assuefatta sia solo quella porzione di gente che ha molto tempo libero, vi sbagliate di grosso. I Vips , infatti, sono quelli che ne dipendono di più, non solo per tenersi buoni i fans, perché questa tipologia di comunicazione e condivisione crea dipendenza e crea sempre più fame. Oltre a mostrarsi, c’è chi usa questi Social per esprimere la propria opinione e molto spesso ciò genera una tempesta…

  • MET Gala 2017

    Each year, on the first Monday in May, the Metropolitan Museum of Art ball – the most anticipated fashion event of the year – has a different costume theme, and last night, was honouring Japanese fashion legend Rei Kawakubo, creative director and founder of Comme des Garçons. Andrew Bolton, the Costume Institute’s curator in charge told Vogue : “Rei Kawakubo is one of the most important and influential designers of the past forty years. By inviting us to rethink fashion as a site of constant creation, recreation, and hybridity, she has defined the aesthetics of our time.” This testimony likely explains why Kawakubo’s exhibit is the first show at the…

  • Capelli: per la nuova stagione A/I parliamo di stili e non di trend.

    Non ho mai tollerato le tendenze mirate a condizionare completamente i consumatori. Se va di moda avere i capelli color arcobaleno, ma tale trend non mi rappresenta, non devo cambiare me stessa pur di attuarlo; se va di moda il camouflage, ma non mi piace, non devo comprare qualcosa con questa fantasia solo perché dalle passerelle mi è stato suggerito; se la moda anni 90 non valorizza la mia fisicità, può rimanersene dove sta. Ahimè non tutti la pensiamo così, spesso, per sentirsi parte di un qualcosa, c’è chi mira a svalorizzarsi perché il trend è più forte. Ho sempre spinto le mie lettrici a puntare, piuttosto, a capi must…

  • Dolce & Gabbana: Tropico Italiano

    Vorrei fare una piccola premessa per chi, con un pizzico di beata ignoranza, ad ogni sfilata se ne esce con la frase “Ma io queste cose non le indosserei mai”. Okay, ora vi spiego, il più delle volte in una sfilata non viene mostrato il solito vestito ben confezionato, perché da un fashion show deve uscire molto di più. Devono venir fuori quelle che saranno le fantasie della collezione, i punti focali che risulteranno riconoscibili fra tanti e fra anni.   Quindi cosa dobbiamo desumere da questa collezione? Dolce & Gabbana ci forniscono i simboli dell’italianità, troviamo la solita aria sensuale ed estremamente femminile che ha sempre contraddistinto la Casa di…

  • MET Gala 2016

    L’annuale evento di beneficenza che inaugura il Metropolitan Museum di New York, ieri ha avuto luogo in tutto il suo scintillio. Il tema di quest’anno? Manus x Machina: Fashion in an Age of Technology, dedicata alla relazione tra tecnologia e artigianato, tra gli abiti creati a mano e quelli a macchina. In nome di questo tema ci sono state diverse espressioni di stile e personalità. Forti le contrapposizioni e le interpretazioni dei vari stilisti e delle varie star. Prima di vedere qualche look facciamo una piccola premessa: Louis Vuitton, cambia stilista. Se non fosse stata per questa trovata luminosa e veramente futuristica e magica, non avrei aperto il post con l’opera…

  • Golden Globes 2016

    Siamo giunti alla 73esima edizione dei Golden Globes, la cerimonia più attesa dalle star. Quest’anno in particolare avevo tante aspettative per quanto riguarda i vincitori, sono state soddisfatte quasi in pieno, ma per il Red Carpet ero pronta a tutto. Beh poteva andare molto peggio, di ‘trashate’ non ce ne sono state, sarà stato anche che in pochissimi hanno osato, ma non osare a volte conviene. In generale mi sono piaciuti tutti i looks, e ne ho selezionato solo qualcuno per voi. Bellissima e raggiante Emilia Clarke, quest’abito nero ma luminoso, con questa sorta di mantellina che le parte dalle spalle e le da un’aria ancora più sofisticata. Di chi…

  • Balmain per H&M

    Il Fashion Show più atteso di Ottobre ha fatto un successo mondiale clamoroso. Lo scorso 20 Oct, si è tenuta a New York la sfilata di presentazione della nuova collezione H&M firmata Balmain. A dare un sapore diverso allo show, già dalle modelle, volti noti come Gigi Hadid, Kylie e Kendall Jenner, Karlie Kloss, ecc. Le linee sono forti, strutturate, decise, per un look d’impatto ma femminile, ad addolcire il tutto troviamo infatti piume, stampe grafiche, lustrini e perline color oro e argento. Devo ammettere che per la prima volta una Collaborazione importante con H&M mi entusiasma, negli anni precedenti le ho sempre trovato forzate, un’accozzaglia di idee e stampe…

  • Sopravvivere ad un concerto.

    L’estate è per eccellenza la stagione della musica, piazze, anfiteatri, stadi, ne sono piene. Sopravvivervi non è facile, specie se le attese sono lunghe, se bisogna “combattere” per il posto e se si va sprovedduti. Ho pensato per voi, in base alle mie esperienze, ad un kit virtuale di sopravvivenza, in cinque punti,prendete nota: Materie prime: s’intende acqua, tanta, tantissima; cibi secchi; qualcosa di dolce o bustine di zucchero, poichè il caldo potrebbe seriamente compromettervi. Se l’attesa è lunga, allora dimenticatevi i trucchi, l’effetto panda non va di moda. Portate con voi, piuttosto, salviette rinfrescanti, un ombrellino per ripararvi dal sole, uno ‘spruzzino‘ con cui andrete a rinfrescare soprattutto collo,…